Glossario
Guida all'ascolto



Svatá Ludmila (Santa Ludmilla), op. 71

Oratorio per soli, coro e orchestra

Testo del libretto

PARTE I

INTRODUZIONE E CORO

Coro dei sacerdoti pagani
Già gli antri e le selve inghiottono la notte,
si fa giorno, è giorno.
Si fa giorno, tosto la luce vestirà
d'una pioggia di rose i profili delle rocce,
su tutta la terra tornerà la vita.
O splendore solare delle regioni celesti,
dalla mente disperdi il pesante sonno,
e suscita le forze del cuore
e il sole chiaro, il sole fa' venire!

CORO

Coro del popolo
Fiori profumati e rugiadosi,
con cui la primavera seduce,
sulla fronte della Dea il popolo intreccia!
ai capelli della Dea il popolo intreccia!
O Madre, ascolta il nostro pianto,
respingi l'assalto della morte,
prenditi cura di me, prenditi cura di me!

CORO

Coro dei sacerdoti e del popolo

Santo è il mattino, santa la notte tenebrosa
e la nostra vita fra di essi scorre. 
Sia fede gloriosa ai sempiterni dèi,
Svantovit e Radgas sono venerati!
Sia fede gloriosa ai sempiterni dèi,
l'uno e l'altro sono piamente venerati!

CORO

Triglav, che con triplice volto guarda,
mutevole come il tempo fugace,
sia glorificato!
Perun, che primeggia col fuoco della folgore,
con la voce metterà fine al male,
sia glorificato!
Tutto ceda alla gloria degli dèi,
che proteggono le genti della patria,
che assisteranno la patria!
Essi volgono lo sguardo e la mano
a vigilare sulle schiere e sui campi,
in battaglia oppure in pace,
nella fatica o nella lotta,
onore, onore, onore
sia ai sempiterni dèi!

RECITATIVO

Santa Ludmila (soprano solo)
Ora la mia voce è piena di letizia,
mentre qui consacro la statua
che ho fatto erigere con amore,
per rafforzare così la fede dei padri.
O dea, che rifulgi con lo splendore del sole,
guarda benignamente questa famiglia,
fa' che il nostro cantico giunga fino a te,
con amore sottomettici, con amore guardaci,
preservaci dal male, concedi buona messe,
e aiuta il popolo, aiuta il popolo,
ristora la terra!

CORO

Ascolta senza posa il nostro cantico,
sempre il tuo amore concedi,
fa' che il nostro cantico giunga fino a te,
guardaci con amore, guardaci!
Preservaci dal male, concedi buona messe,
aiuta il popolo, ristora la terra!
Fa'che il nostro cantico giunga fino a te,
sempre il tuo amore concedici,
guardaci, guardaci,
e aiuta il popolo, ristora la terra!

ARIA

Santa Ludmila (soprano solo)
Sin da piccola all'altare
un pio sentimento mi spinse,
qui sogliono abitare
gli dèi, che amore ha guidato.
Al telaio sedendo
gli dèi della vita assegnano il destino,
e tessendo il filo
così il mondo governano.
Giungere alla vera fonte,
cogliere il miele dei fiori,
saper volare vorrei
e raggiungere il sole.
Siate umili,
gli dèi sempre ci proteggono,
la notte, i giorni lieti,
continuamente ci sostengono.

CORO

Gli dèi sempre ci assistono,
dove l'incerto passo ci conduce,
gli dèi sempre ci assistono,
il cenno degli dèi ci sostenta,
nelle tenebre, con chiara luce
ci custodiscono sotto la loro protezione.
E nessuno perde la vita.

CONTADINO

Bolnik (tenore solo)
Or si deve portare fiori,
per incoronare la statua,
ora portate focacce, un vaso
a lei in dono deponiamo.
Sappia il mondo domani
quale dea noi veneriamo!
Il suono della zampogna
si accompagni al canto!
Siano liete danze,
qui con ardore muovano,
primavera fiori faccia nascere
e laute messi produca!

CORO

Qual voce mai giunge?
Si fa largo; cosa accade?
Che cosa? Si sente una lite,
o uno scontro, un alterco, una lotta.
Viene un uomo, mirabil cosa,
ormai vana si fa anche la speranza,
come splendente il suo volto
inclina, ci afferra.
Viene, lentamente procede,
il suo volto rifulge,
come una strana segreta
luce risplende,
viene, lentamente procede,
sollevato il fulgido capo,
procede con passo fermo e non minaccioso,
moderato, misurato.

ARIA

Svaty Ivan (basso solo)
Vi ricopra la polvere!
Una è la fonte!
Una è la verità,
che ci innalza!
Una è la luce,
la croce è la dote!

Coro
Che uomo è quello, che uomo è quello
non colpito dalla folgore?

Svaty Ivan (basso solo)
Ti ricopra la polvere,
da cui sei nato,
o falso dio
esecrando metallo!
Sia la luce del vero sole
più sicuro porto,
qui la croce di Cristo,
qui venera il Signore!
Vi ricopra la polvere!
Una è la fonte!
una è la verità, che ci innalza,
una è la luce,
la croce è la dote!

CORO

Che uomo è quello non toccato dalla folgore?
Come ombra quell'uomo ha attraversato le schiere,
fulgido in volto di mirabile luce;
e i suoi capelli fluttuano come sulle onde,
e solleva la mano, sta colpita dalla folgore
la statua del dio come vinta dal fuoco.
Oh ascolta queste madri imploranti,
che fanno risuonare mestamente i boschi,
o tetri lamenti da ogni parte riecheggianti.
E le tristi selve tutt'intorno inorridiscono.
Questo dio semina distruzione.

ARIA

Santa Ludmila (soprano solo)
Concedi di baciare le impronte dei tuoi piedi
e gemere, concedilo a me, tua figlia.
Concedi di baciare le impronte dei tuoi piedi
e gemere, lamentarmi, lamentarmi,
concedi di lamentarmi, io tua figlia!
Chi sei, o uomo santo, chi sei?
Un grande timore mi spinge a inginocchiarmi,
ma in te il mio sguardo riconosce un padre,
che sa disperdere il male col bene.
Oh dimmi, dimmi come seguendo il tuo passo
io possa volare in alto fino al cielo.
Cercando la luce sempiterna
io desidero arrivare al luogo dolcissimo.

RECITATIVO

Svaty Ivan (basso solo)
Incedi o cuore, non è la terra la mia requie,
tu infatti mi cercherai, tosto mi troverai.
 
CORO

È finita?
Nel futuro è la fede,
a chi non crede
non tocca requie.
Gli dèi perché tacciono
è il dio vero?
Più grande di questi?
Che cosa dobbiamo credere?

CORO

Ormai sovrasta e incombe un grande caos
e la terra sommersa dalla tenebra inghiotte ogni cosa;
e la terra, la terra stessa è scossa dallo scompiglio.
Ciò che fecero i nostri padri
ora giace nella rovina.
Ovunque strepito, e tutto il mondo quasi precipita!
O luce eterna, che sopra le nubi risplendi
guidando l'ardente sfera del sole,
discendi, luce immutabile,
discendi, luce potente, discendi,
ascoltaci con benevolenza!

PARTE II

INTRODUZIONE, RECITATIVO ED ARIA

Svatava (contralto solo)
Oh in quali nere ombre della foresta,
o signora, ti sei addentrata,
i monti si ergono come tetre torri,
in cui sei voluta venire.
Qui vivono trepide fiere,
qui riecheggiano voci,
il timore afferra il pio petto,
non procederò oltre con te,
assolutamente!
Perché una vana fede mi ha rapito
quando tu mi hai guidato troppo pericolosamente.
Lo sai, poi che il nobile vecchio
tanto inatteso apparve,
ti opprime un lacrimevole affanno
e non ti fu concessa requie.
Questo straordinario fascino,
che dalle sue parole come grande folgore promana,
come t'ha conquistato, come t'ha soggiogato!
Come t'ha spinto fuori dal castello,
quale aiuto ha fornito!
Giorno e notte l'hanno trasformato,
quanto saldi sono ora i tuoi passi!
È chiaro, la tua vita fu menzogna e falsità!
 
DUETTO

Svatava (contralto solo)
Ora ti chiedo; cosa cerchi?
Dì, perché qui i tuoi passi hai diretto?

Santa Ludmila (soprano solo)
Desidero andare dal vero Dio,
cosa infatti egli diceva:
Incedi o cuore, non è la terra la mia requie,
tu mi cercherai, tosto mi troverai.
io umile già mi affretto.

Svatava (contralto solo)
Là sulla rupe si apre un'ampia fessura,
la radice di un albero in parte la ricopre,
sopra la rupe una grande luce,
straordinario prodigio, è una croce,
è una croce, è una croce!
Reggeva una croce venendo,
è la croce, è la croce!

Santa Ludmila (soprano solo)
Qui abita l'uomo sapiente.
Il mio cuore a chiara voce proclama:
solo quell'uomo libera dagli affanni.
Alla porta un movimento si nota,
come trattenere i sussulti del cuore,
chi esce? Che fare?

ARIA

Svaty Ivan (basso solo)
Non m'inganno, benvenuta figlia, salve!
Certo non ti trattengono le cupe selve
e le vaste rupi della via
e il grande clamore delle fiere.
Come pensavo, sei venuta!
Abbi tanta costanza quanto fervore,
cose nuove ti rivelerò,
la verità, la verità che nella croce si cela,
che si manifesta cóme benedizione.

RECITATIVO

Santa Ludmila (soprano solo)
Padre benigno, è così
concedimi di cogliere la verità,
concedimi di venerare la croce.

ARIA

Svaty Ivan (basso solo)
Orsù impara e custodisci in cuore puro,
nel mondo siamo governati dall'inganno e dagli affanni,
certamente gravoso dono è questa via,
per la quale puoi giungere alla dimora celeste;
da Dio la gloria niente è stimata,
solo con l'amore vengano scacciati i mali.
 
TERZETTO E CORO

Compagni di Borivoj
Lietamente per selve, lietamente per pascoli,
prestamente per campi, rupi, pianure,
alla caccia di cinghiali e orsi corre la schiera!
Le pesanti saette mandano cupi mormorii
e i dardi premono sulle larghe spalle,
e premiano il cacciatore accorto,
premiano le fatiche, rafforzano il corpo!

Santa Ludmila (soprano solo)
Oh riconosco il suono del corno,
che l'orecchio ode con spavento,
qui la schiera dei cacciatori s'affretta,
il grande Dio in questa circostanza ci assiste.

Svatava (contralto solo)
Già ho visto il ferro, i dardi,
presto al cielo sale la supplica.

Svaty Ivan (basso solo)
Quale strepito potevi udire,
in quale recesso si leva questo canto selvaggio?
Qui la schiera dei cacciatori s'affretta,
il grande Dio in questa circostanza ci assiste.

Compagni di Borivoj
Chi mai può a noi opporsi?
tutto noi vogliamo mandare in rovina,
con saette, con pugni sarà abbattuto l'orso
che ha perso la speranza della vita, scacciato dalla via;
la fortuna premia l'uomo forte,
premia le fatiche, rafforza il corpo.

TENORE SOLO E CORO

Borivoj (tenore solo)
Oh quale inatteso prodigio si offre ai miei occhi!
Ferita al fianco da una freccia,
colta nel suo ultimo balzo,
una leggiadra cerva muore.
Il vecchio fa un segno con la destra
e toglie il dardo,
un terribile spavento si diffonde.
Già risanata la cerva gira intorno al vecchio
e tosto lecca la sua mano.

Coro
Un timore mi prende, un timore mi afferra,
quello spettacolo mi rattrista,
ci si oppone un uomo malvagio,
la nostra incolumità è in pericolo.

Borivoj (tenore solo)
Quale bella, affascinante vergine
mi appare mentre guarda la rupe,
che penetra in fondo al mio cuore
e a me agitato dice:
La caccia termina qui, 
altra cosa devi raggiungere.
O vecchio, rispondimi,
dimmi chi siete, tu e lei!

RECITATIVO

Svaty Ivan (basso solo)
Le anime erranti io riconduco al ciclo
e distruggo tutti i falsi dèi,
servo di Dio, mia speranza è la croce!

CORO

Io so, non m'inganno,
che cosa voglia ora fare quest'uomo,
il quale audacemente apparve
e abbattè i falsi dèi,
e quella graziosa vergine
è l'illustre principessa Ludmilla.

RECITATIVO

Borivoj (tenore solo)
Ecco la donna, il cui amore mi sta nel cuore,
come il giorno desidera la luce!
O vecchio, dimmi, qual'è la via,
ti chiedo di essere condotto alle plaghe della luce.

Svaty Ivan (basso solo)
Prostrati e credi in Dio,
io ti procuro la sua protezione,
ma sia lungi da te l'antico errore,
ti stia sempre accanto come guida la luce,
la luce è Cristo, la luce è Cristo.

Borivoj (tenore solo)
Accetto qualsiasi cosa,
rude cacciatore, mi rimetto ai tuoi desideri.
Conducimi dove vuoi, conducimi dove vuoi,
purché alla fine ella possa benignamente vedermi!

Svaty Ivan (basso solo)
La tua anima è macchiata dalla colpa,
invece quella di lei rifulge come un giglio.

ARIA

Borivoj (tenore solo)
Mostrami la via, per dove bisogna andare,
dimmi cosa devo fare,
mostrami la via e cosa devo fare,
mostrami come si devono servire le sante virtù,
non mi sottraggo a nessuna pena.
Attraverso il mio petto spira una gran gioia,
o uomo, o vergine, parla,
lascia che il mio cuore cerchi da te la fede,
vi troverai il mio amore.
Ai tuoi piedi depongo il mio scettro,
per la croce di Cristo volentieri tutto dono,
per la croce di Cristo, per la croce di Cristo Gesù
un uomo si fa tuo servo.
 
CORO

Vedete, vedete, il principe piega le sue ginocchia,
afflitte dalla colpa della superbia!
Te il popolo vuole come regina,
testimonianza di modestia!

RECITATIVO

Santa Ludmila (soprano solo)
Non posso alzare il mio sguardo
al cielo, o duce onnipotente.
Qui cerco le verità nascoste dalla tenebra.

RECITATIVO

Borivoj (tenore solo)
Dal sogno bruscamente mi desto,
concedi a me infelicissimo pietà.
Pietà, pietà!

Svaty Ivan (basso solo)
Questo insegnava dalla croce il nuovo Dio,
oh, stendi ora la mano, acconsenti!
Con benevole parole
sana la grande ferita del suo cuore,
non vedi, non vedi,
vuole essere cristiano!
Oh concedi, oh concedi
che un mondo illuminato dalla fiamma
si palesi alla salvezza della patria!

QUARTETTO E CORI

Svata Ludmila (soprano)
Ho cercato la luce del sole d'oriente,
mi tiene la fede e una vita migliore,
le lacrime e le parole del cuore
si rivolgono alla luce, che è sulla croce!
Nella tua voce c'è il grande Dio,
nel vento tremano le ossa raggiunte dalla violenza
Mi resta il tuo volto, la tua parola
sotto il peso della vita mi sostieni.

Svatava (contralto)
Nella notte cerco la luce d'oriente.
Che cos'è la vita umana davanti al destino?
Che vale il desiderio del cuore,
che vale la lacrima che spunta dall'occhio?
E tuttavia venni, dove la sua voce m'incalza,
di cieli e di salvezza parla!
Benché esitante l'animo non si oppone
e la vita di prima mi viene tolta.

Borivoj (tenore)
Oh miracolo del sole d'oriente,
altrove si volge la mia vita
e fiori spuntano dal freddo dell'anima
e la vita si illumina di un nuovo sole.
Come la voce di Dio il suo sorriso mi sollecita,
e al suo cenno la vita mi viene tolta!
Invano, il mio sguardo desidera la luce,
nelle tenebre cerco la luce.

Svaty Ivan (basso)
Acconsenti, mentre sorge la luce d'oriente
e nasce una nobile vita,
la notte si ritira e gli inganni della mente di Satana
si palesano nella luce, che è sulla croce!
Oh segui, la voce della verità ti chiama,
chi segue Dio sarà sanato!
Il cuore arde, il mio sguardo desidera la luce,
di un confortante amore si rallegra.

Coro
Luce di carità, chi ti accoglierà?
Non riesce a parlare, la voce nella bocca s'arresta.
Oh miracolo, fonte di carità, chi attingerà a te?

Coro degli angeli
Attraverso le nubi dell'aurora discendiamo,
attraverso le tenebre alla luce ci dirigiamo,
il vero amore qui mostriamo.
Il Signore concede pietà al popolo,
nei cieli esaudisce i desideri.

Compagni di Borivoj
Sentite, sentite,
gli angeli agitano le loro ali
e Dio esaudisce i desideri pii.

PARTE III

INTRODUZIONE E CORO

Dio Padre, misericordia,
Gesù Cristo, misericordia!
Signore di tutto il mondo,
salvaci ed ascolta,
Dio Padre, le nostre voci!
Dio Padre, misericordia!
Gesù Cristo, misericordia!
Dà forza, Dio Padre,
prosperità, pace alla nostra terra!
Kyrie eleison, Kyrie eleison!

RECITATIVO

Svaty Ivan (basso solo)
Voi tutti accompagno ammaestrati nella fede,
vi aspetta la santità del vescovo,
qui esultante il popolo accorre, anche il peccatore,
qui la dignità del vescovo compie il suo ufficio.
Il battesimo lavi via le antiche colpe,
Cristo ci fa suoi figli!

Borivoj (tenore solo)
Non solo io, non solo Ludmilla, ma tutto il popolo,
o padre, ti rendono grazie, ti pregano.
 
DUETTO

Santa Ludmila (soprano), Borivoj (tenore)
Fa' che stillino sopra le nostre fronti
le risanatrici sacre gocce della pura rugiada!
L'anima s'innalza oltre gli alti monti
e gioisce dei segni del divino onore!
Il battesimo purifica il cuore dai peccati
e le preghiere mi procurano forti ali,
verrò in un luogo che i pii amano.
Il battesimo compie manifestamente la sua opera,
venite, venite, gocce di soave acqua,
fonti di amore e sacre vivande!

RECITATIVO

Santa Ludmila (soprano solo)
Nelle cose divine mai mancherò,
sotto la tua guida, o padre, restituita al cielo,
me e la mia vita offro a Cristo,
per la via dorata che conduce al cielo
cori la mente mi affretto,
la fede mi dà coraggio
e ammiro la tua maestà,
che sempre più in alto trascina.

Svaty Ivan (basso solo)
Prostratevi, ognuno si genufletta,
siateci propizi angeli tutti!
L'acqua battesimale tocchi la vostra fronte,
siate, o sposi, figli di Cristo!
Risuonino canti e raggiungano il cielo,
a tutti portino benedizione!

CORO

Prostratevi, ognuno si genufletta,
siano a voi propizi tutti gli angeli!
Oh risuonino canti, raggiungano il cielo,
tutti Dio ci benedica!
L'acqua battesimale tocchi la vostra fronte,
siate, o sposi, figli di Cristo!
O terra, o cieli diffondete il gaudio,
cantate a Dio alleluja, giubilate!

Svatava (contralto solo) E CORO

Svatava (contralto solo)
Vergine, madre del Salvatore Dio,
che tu ci hai donato nel doloroso travaglio,
assistili propizia!
Angeli nella fonte della vita
aiutateli, stornate l'affanno,
date loro la gioia!

Coro di donne e fanciulle
Stornate l'affanno,
date loro la gioia!
 
CONTRALTO, BASSO E CORO

Coro del popolo
Risuonino canti e raggiungano il cielo,
a tutti portino benedizione!

Svatava (contralto), Svaty Ivan (basso), Coro
Tu, che reggi i destini della terra,
proteggi ora questo popolo saldo,
mostra così la tua grazia,
difendi il popolo fedele,
finché nella gioia e nel dolore
con inni ti venereranno!

SOLI E CORO

Dio Padre, misericordia,
Gesù Cristo, misericordia,
Signore di tutto il mondo
salvaci e ascolta,
Dio Padre, le nostre voci!
Dona forza, Dio Padre,
prosperità, pace alla nostra terra!
Kyrie eleison,
eleison, eleison, eleison!

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.