Glossario



Misero Alceo, SV 114

a 5 voci col basso continuo concertato

Musica:
Claudio Monteverdi
Testo: Giovan Battista Marino
Organico: 2 soprani, contralto, tenore, basso, basso continuo concertato
Edizione: in Il Sesto Libro de Madrigali, Ricciardo Amadino, Venezia, 1614

Testo (nota 1)

Misero Alceo
concertato

Misero Alceo, dal caro albergo fore
gir pur convienti, e ch'al partir t'appresti.
"Ecco Lidia ti lascio e lascio questi
poggi beati, e lascio teco il core.

Tu, se di pari laccio e pari ardore
meco legata fosti e meco ardesti
fa' che ne' duo talhor giri celesti
s'annidi e posi, ov'egli vive e more.

Sì, mentre lieto il cor staratti accanto,
gl'occhi, lontani da soave riso,
mi daran vita con l'umor del pianto.

Così disse il pastor dolente in viso.
La ninfa udillo e fu in due parti intanto
l'un cor da l'altro, anzi un sol cor, diviso.

(Sesto Libro de Madrigali)


(1) Testo tratto dal programma di sala del Concerto dell'Accademia Filarmonica Romana,
Roma, Palazzo Pamphilj, 14 maggio 2006

I testi riportati in questa pagina sono tratti, prevalentemente, da programmi di sala di concerti e sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note.
Ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.

Ultimo aggiornamento 6 dicembre 2015
html validator  css validator


Questo testo è stato prelevato sul sito http://www.flaminioonline.it. ed è utilizzabile esclusivamente per fini di consultazione e di studio.
Le guide all'ascolto sono di proprietà delle Istituzioni o degli Editori riportati in calce alle note e quindi ogni successiva diffusione può essere fatta solo previa autorizzazione da richiedere direttamente agli aventi diritto.